Passare dalla verniciatura a spruzzo manuale a quella automatizzata...

iGiottoApp X2

... è come usare per la prima volta una lavastoviglie. Vedila così: riempi di piatti la lavastoviglie, metti il detersivo, la accendi e ti rilassi. Puoi dimenticarti delle pile di stoviglie sporche, dell'acqua che scorre, degli scolapiatti, delle spugne inzuppate, dei canovacci e delle mani bagnate.

Le attrezzature automatizzate per la verniciatura a spruzzo sono proprio così: efficienti, consumano meno vernice e garantiscono una qualità costante. Dopo 8 ore di verniciatura di pannelli, la qualità è identica a quella ottenuta nella prima lavorazione del mattino. Questo perché le macchine automatiche per la verniciatura a spruzzo non si stancano, né si fermano.

A Cefla Live presentiamo una selezione di soluzioni automatizzate di verniciatura a spruzzo, e saranno tutte in funzione, per dimostrare i vantaggi di un investimento economicamente conveniente sotto tanti punti di vista. Prima rappresenta un aggiornamento che consente un risparmio di vernice immediato. Perfetta per aziende che passano dalla verniciatura manuale a quella automatica, questa spruzzatrice oscillante monobraccio è in grado di soddisfare le richieste just-in-time e di garantire rapidi ritorni sugli investimenti. Insieme al nostro partner IVM Chemicals srl, verniceremo i pannelli poi destinati al passaggio nel nostro nuovo forno a eccimeri, Exydry-Z, per ottenere una finitura super-opaca, a prova di ditata e con effetto soft-touch.

Tra le altre spruzzatrici esposte durante l'evento, vedrai all’opera Mito, con il nostro partner ICRO COATINGS S.p.A., Easy con il nostro partner per il settore finitura Sirca S.p.A. e iBotic che sarà in azione con le vernici Sayerlack e Oece.

Sarà possibile vedere il nuovo sistema di risparmio energetico PowerBack, presentato su iBotic, che recupera energia dai bracci di decelerazione della macchina per contribuire all'alimentazione della ventola di uscita, facendo risparmiare almeno il 10% sui costi energetici rispetto all'iBotic senza PowerBack.

Non solo tecnologie al lavoro, ma anche un’attenzione alla pulizia, per cui abbiamo brevettato una tecnologia che garantisce un risparmio maggiore. Lavorare con una spruzzatrice o un robot con una cinghia per il recupero della vernice significa pulire regolarmente la cinghia: più vernice si recupera, meno si spende. Se il tuo sistema di pulizia è convenzionale, non solo sprecherai molta vernice, ma utilizzerai anche una quantità significativa di detergente. I sistemi tradizionali comportano anche un rapido deterioramento della cinghia, sia per abrasione dovuta alle lame di pulizia sia per l'uso di solventi aggressivi.

Un sistema caratterizzato dal massimo potenziale di pulizia recupera più vernice e consente di utilizzare una quantità inferiore di detergente durante il funzionamento. Una minore quantità di detergente riduce i costi operativi, salvaguarda le attrezzature e garantisce un ambiente più sano. Il nostro sistema brevettato di pulizia consente un maggiore recupero di vernice, un minor consumo di detergente, un numero inferiore di arresti per sostituzione delle cinghie, tempi di pulizia più brevi e, soprattutto, una maggiore efficienza produttiva.


Cerca per categoria