Il LAB: luogo di esperienze

None

25 anni di esperienza in LAB

3000 mq di spazio

85 macchine

Partiamo da qui per raccontare in pillole l’esperienza sul campo del team del LAB prove, dove i nostri tecnici, i clienti e i produttori di vernici, effettuano i test, confermando con prove industriali le soluzioni proposte al mercato, testando i processi e sperimentando nuove tecnologie.

Nelle prossime settimane Eduard Raffini, responsabile del LAB, che dal 1995 guida il team del LAB e dispone sia delle macchine che delle linee, di cui ha contribuito all’installazione, ci racconterà le modalità migliori per eseguire le prove delle macchine, dei cicli.

Con Eduard, vedremo le fasi di processo, dalla preparazione dei supporti (levigatura, rusticatura, spazzolatura), ai trattamenti per adesione (fiammatura o primer, impregnazioni e fondi, levigature), fino alle finiture lucide, opache, testurizzate, con effetto poro e super opaco.

C’è una costante in questa esperienza fatta di variabili:

▷ Ogni cliente ha esigenze specifiche

▷ Ogni cliente ha le sue vernici

▷ Ogni cliente ha i suoi processi Tutti vogliono migliorare il proprio business, valutando nuove tecnologie, macchine e processi più efficienti.

È la passione che ci spinge ogni volta ad arrivare alla soluzione ottimale.

Ogni test in LAB parte dal confronto di competenze e professionalità, con le nostre persone dell’ufficio tecnico, con l’area sales, con il cliente e con i produttori di vernici e partners.

Come avviene? Quali sono le informazioni fondamentali affinché la prova sia efficace?

Il LAB è luogo di esperienza e di esperienze, dove il risultato ottimale è raggiunto grazie alla sinergia e al lavoro di squadra di tutte le professionalità coinvolte. Nello specifico, dal confronto con esse, nasce l’opportunità di raggiungere obiettivi importanti sia per noi che per il cliente stesso.

Primo obiettivo: qualità e semplicità d’uso

Siamo i primi a testare le macchine, vestendo i panni dell’operatore che tutti i giorni si troverà a lavorare con esse. L’ufficio tecnico analizza i nostri feedback e ne valuta l’implementazione o le opportune modifiche. In fase di test della macchina o della linea, valutiamo:

  • la qualità dell’applicazione (nelle tecnologie a rullo e spruzzo)
  • il processo di essiccazione
  • la qualità della levigatura
  • la precisione dei robot antropomorfi
  • la facilità dei settaggi e dell’utilizzo delle macchine
  • i tempi di pulizia

Secondo obiettivo: le informazioni chiave

In LAB disponiamo di tutte le soluzioni installate:

  • 85 macchine
  • 100 posizioni
  • 5 linee (linea a rullo, linea vetro, linea PMMA, linea profili, linea smarparquet)

Grazie a tutto questo, i clienti toccano con mano le fasi del processo a cui sono interessati.

Prima di ogni test, c’è una fase fondamentale di condivisione delle informazioni con i Sales Area Manager e ci prepariamo su:

  • cosa produce il cliente
  • la quantità produttiva desiderata
  • il tipo di vernici che utilizza
  • lo spazio disponibile in mq

Questo ci permette di proporre un ciclo di verniciatura e di conseguenza una composizione di linea, per soddisfare le esigenze del cliente e far sì che possa rendersi conto di qual è il processo migliore per lui, in funzione dei suoi obiettivi di business.

Terzo obiettivo: processo win-win

Il terzo confronto è con i produttori di vernici e partners: è la qualità del lavoro di tutti noi, insieme, che garantisce un risultato finale di qualità e valorizza i prodotti e servizi di tutti gli attori coinvolti.

Un esempio tra tutti: il prodotto verniciante fa sì che il tuo impianto sia valutato dal cliente in maniera positiva o negativa. Di fatto, se quest'ultimo è per sua formulazione qualitativamente non al top, anche in presenza di un impianto altamente performante, la qualità del manufatto finito sarà scadente. Di qui, la scelta di apertura del nostro Laboratorio come luogo di sperimentazione anche per tutti i fornitori di vernici, anche se non specificamente legati a un cliente comune.


Filtrar por categoría